Strategie di gioco per le aste al ribasso classiche;

Strategie adottate dai giocatori Professionisti;

In questi primi mesi di esistenza in Italia delle Aste al Ribasso, si sono verificate tra tutti i giocatori varie strategie di gioco;

I giocatori esperti chiamati anche "Professionisti" quando trovano un oggetto che gli interessa su un  sito decidono di iscriversi, solitamente se il valore dell'oggetto esempio € 800,00 caricano 200,00 e con il bonus che viene solitamente offerto del 100% alla prima ricarica si ritrovano € 400,00 nel portafoglio virtuale la metà del valore dell'oggetto.

A quel punto aspettano l'ultimo giorno che l'asta è in scadenza, fanno delle puntate singole chiamate "Pilota" ovvero mettono magari una puntata su 1,50 euro e una su 2,00 poi attendono gli ultimi minuti e se le puntate fatte in precedenza sono ancora delle puntate "uniche ma alte"  coprono da 1cent. fino a 1,50 euro con un'offerta multipla, aggiudicandosi così l'oggetto in asta in molti casi, ma non è tutto così semplice perchè se in quell'asta ci sono magari 2 o 3 giocatori che giocano con la medesima strategia qui subentra la fortuna di aver giocato qualche centesimo o euro di più dell'avversario.

Questo tipo di strategia in alcuni sito non si può usare perchè vi sono limitazioni sul numero di giocate, cioè si possono fare un numero limitato di offerte multiple per volta. Massimo 100 offerte multiple per volta Il tutto a vantaggio di coloro invece che tentano la fortuna puntando spendendo pochi euro e poche puntate. Nelle nostre schede dettagliate di ogni sito troverai nelle descrizioni quali sono i siti che offrono questo tipo di aste.

COMMENTO DI UN GIOCATORE PROFESSIONISTA;

Sta ad ognuno di noi scegliere quello che più si addice al modo in cui si approccia a questo mondo, a quanto si vuole rischiare o sfidare la sorte e in ogni caso bisogna aver ben presente che non esiste una strategia assoluta per vincere con certezza, e che una percentuale di casualità è impossibile da eliminare (almeno nelle aste a tempo). Prima di tutto esiste la tattica totalmente a fortuna, quella probabilmente che tutti hanno provato almeno una volta (soprattutto all’inizio): questa consiste nel fare puntate casuali, magari cercando di guardare in aste vecchie quali sono i valori meno gettonati e nell’affidarsi alla buona sorte. Anche se è difficile, è capitato a qualcuno di vincere in questo modo, per esempio sono stati aggiudicati buoni Mediaworld da più di 1000 euro o orologio con solo la puntata omaggio iniziale che alcuni siti regalano. Le altre strategie invece richiedono l’impiego di puntate che chiamerò “pilota”. Queste sono offerte utilizzate per vedere se c’è via libera nell’asta per poter effettuare altre offerte. Ottenere infatti l’informazione di “puntata unica ma non la più bassa” è una buona partenza e la nostra puntata pilota si è rivelata utile per il momento, e la si potrà essere sfruttare in seguito. Un modo di giocare, usato da qualcuno è quello di fare subito molte puntate su un oggetto per scoraggiare altri offerenti.

- Un esempio per spiegare meglio come funziona: vedo un oggetto che vorrei comprare, voglio risparmiare un bel pò rispetto al prezzo del negozio, decido quindi di fare, nei primi giorni in cui l’asta è aperta, tante puntate quanto sono disposto a spendere, coprendo un ampio range di offerte in modo che chiunque faccia offerte in seguito, vedendo le proprie offerte “non uniche” desista e rinunci a partecipare a quell’asta. Mi è capitato di vedere questo metodo utilizzato più volte, anche se nell’ultimo periodo forse un po’ di meno. Uno svantaggio è che se questa tattica non si rivela vincente, si perdono cifre consistenti.

- Queste altre due strategie che mostrerò richiedono invece di giocare negli ultimi 5/10 minuti prima della scadenza dell’asta. Una di queste strategie è quella di cercare di annullare l’offerta momentaneamente vincente, partendo da un’offerta “unica ma non più bassa” (il cui valore dipende da quanto si vuole spendere: per esempio, se sono disposto a spendere massimo 150 crediti con puntate da 1 credito, partirò da un valore poco più basso di 150). A questo punto si scende facendo X offerte alla volta verso il basso (il valore X dipende da quanto tempo avete a disposizione) in modo che una delle vostre offerte risulti prima o poi quella vincente e, a questo punto (e se necessario) si utilizzano i restanti crediti sopra l’offerta fatta inizialmente. E’ una tattica che può permettere di aggiudicarsi un’asta con poche offerte se si ha abbastanza fortuna, può però essere debole contro una strategia del tipo che vi elencherò qui di seguito o contro una tattica dello stesso tipo..

- Quest’ultima strategia consiste invece, con l'offerta pilota “unica ma non più bassa”, nel puntare quando mancano 10-15 secondi alla fine dell’asta, da 1 fino al valore dell’offerta unica in modo da annullare tutte le offerte uniche presenti prima della propria. Questa tecnica è inoltre molto influenzata dalle caratteristiche del sito di aste al ribasso in cui si gioca (poi vedremo meglio a quali caratteristiche faccio riferimento).
Inoltre presenta varianti che prevedono un po’ più di risparmio ma ovviamente anche rischio (per esempio si può puntare non partendo da 1 ma da un’altra cifra supponendo che sotto siano tutte offerte non uniche) Altre strategie possono nascere a partire da queste, combinandone i vari aspetti di ognuna. Sta poi alla propria fantasia e al proprio ingegno pensare a quella che più ispira e che si vuole provare. E’ comunque necessario fare un po’ di esperienza e sapere che un po’ di fortuna ci vuole sempre, soprattutto all’inizio (per esempio mi è capitato di perdere una tv perchè mi è saltato internet…).Come avevo accennato prima, le caratteristiche dei siti possono recitare un ruolo fondamentale nelle proprie aste. E’ quindi molto importante sprecare 3-4 offerte se fosse necessario, per fare delle prove. Aspetti importanti sono infatti la velocità del sito sia a fare il reload del report delle offerte, sia nell’effettuarle (compresa la presenza o meno di una richiesta di conferma dell’offerta che si sta facendo), la possibilità di fare un’offerta multipla anche se all’interno del range scelto si ha già una puntata, ecc…

Ciao a tutti da "ALLO"

UN'ALTRO GIOCATORE PROFESSIONISTA ....; Non vi è molto altro da aggiungere oltre a quello che ha già scritto Allo; personalmente penso che la migliore strategia sono le offerte pilota e poi tornare a ritroso verso 1 centesimo fino a che non si ha l’offerta unica (come già descritto da Allo).
Vorrei giusto aggiungere un paio di cose per cercare di risparmiare un po’.
1) Per chi partecipa a più aste consiglio di fare un'unica ricarica del proprio conto di importo più elevato piuttosto che tante ricariche successive; in questo modo normalmente si hanno più crediti omaggio da utilizzare poi nelle aste; ad esempio un sito per 50 euro pagati ti accredita 65 euro mentre per 250 euro accredita 375 euro. In questo caso facendo 5 ricariche da 50 euro si avrebbero 325 euro contro i 375 euro di un unica ricarica.
2) Ricaricare nei periodi promozionali (ad esempio ricarica 50 euro ti saranno accreditati 150 euro) ma non partecipare subito alle aste e far passare qualche giorno, almeno una settimana. La promozione è buona ma mette tutti sullo stesso piano; se aspetti molti consumeranno la quantità di crediti nei giorni successivi per cui a distanza di tempo potrai partecipare alle aste con un notevole vantaggio.
3) Interessanti sono le aste variabili che hanno costi per info che si incrementano con il passare del tempo (0,5 - 1 - 1,5 - 2 euro); interessanti perche’ ti permettono di coprire molte offerte (puntando con la tecnica descritta da Allo delle puntate sonda a ritroso negli ultimi minuti degli info a 0,50) che non potranno essere coperte all’ultimo minuto di asta (a quel punto il costo dell’info è troppo alto) ma nel caso dovessi fare un qualche intervento perche’ qualcosa è andato male, puoi ancora intervenire volendo.
Ciao a tutti. Francesco

commenti in collaborazione con Myoffer.it

 

 

Bidlife aste al ribasso

 

testimonianze dei vincitori >>>>

 

 

 
 
Sitemap